sabato 25 aprile 2015

Il primo embrione umano geneticamente modificato

L'uomo trova nella scienza la certezza di una vita migliore. L'uomo osserva, l'uomo sperimenta, l'uomo impara. Il metodo scientifico ha aiutato tutti i grandi uomini a trovare risposte a grandi dilemmi. Tutto quello che è stato scoperto e dimostrato è stato sperimentato sulla pelle dei grandi uomini. Dalla forza di gravità ai vaccini, ogni singola prova ha lasciato un segno tra le pagine della storia.
C'è chi ha sperimentato sulle piante, chi sulla propria pelle, chi sugli animali. Ogni singolo studio ha portato ad un miglioramento. Sì, perchè nella scienza un errore non coincide con la sconfitta, bensì concilia con un punto di partenza per un nuovo esperimento. 
Tuttavia ci sono casi in cui è importante mettere dei paletti. Questi paletti, questi limiti, sono stati ben fissati dalla bioetica. E' sin dai tempi di Kant che viene visto l'essere umano non come mezzo ma come un individuo che deve essere rispettato, fine a se stesso. La bioetica, probabilmente, è quanto di più complesso da spiegare al pubblico. No, non vi sto insultando. E' difficile per me, informatore, in quanto dovrei riassumere in poche righe un argomento che comprende tutte le discipline esistenti.

"da Wikipedia: La bioetica ha carattere interdisciplinare e coinvolge filosofiafilosofia della scienzamedicinabiologiadirittosociologia e biopolitica, nelle diverse visioni morali atee, agnostiche, spirituali e religiose. "

D'altro canto, fare esempi è molto più semplice. Sentiamo spesso parlare di aborto, clonazione, eutanasia. Questi sono argomenti su cui la bioetica si batte intensamente. Solitamente viene da pensare che tutte le discussioni su tali questioni sono incentrate esclusivamente su materie di ordine religioso (in Italia è praticamente così) ma, a mio avviso non è praticamente così. Una vita umana, per quanto piccola o grande che sia, è pur sempre una vita. E' questo l'argomento di fondo della bioetica. La sperimentazione su di una vita umana, modificarne le caratteristiche, cercare di cambiarne il patrimonio genetico per ottenere un essere vivente "perfetto" sono gli elementi contro cui essa si batte. L'informatore, in questo preciso istante della elaborazione, non si schiera. Per il momento, ha il semplice compito di rendervi un servizio, informarvi.
Una originale e fighissima rappresentazione del DNA
La bioetica inizia a svilupparsi nel '53, quando Watson e Crick scoprono la struttura del DNA. Da quel momento in poi, nuove scoperte come la pillola contraccettiva, la clonazione, lo stesso Progetto Genoma Umano, hanno avuto degli "scontri" con la bioetica.
Oggi, tuttavia, vi parlo di come la bioetica sia stata sconvolta da qualcosa di nuovo.

Un gruppo di scienziati cinesi, poco meno di un anno fa, ha MODIFICATO il GENOMA di embrioni UMANI. Vi ho riportato in stampatello le parole chiave dell'articolo.
Utilizzando degli embrioni umani non vitali, essi hanno modificato il gene HBB che provoca la beta-talassemia, una malattia ereditaria dagli esiti anche fatali.
I ricercatori hanno utilizzato una tecnica di editing genetico chiamata CRISPR/Cas9: un complesso enzimatico in grado di agire miratamente sul genoma. Questo altro non fa che "tagliare e incollare" il DNA sostituendolo con un altro frammento
Da un certo punto di vista, la tecnica è geniale. Permette di agire su geni mutati e poterli riportare in una situazione normale, eliminando teoricamente il rischio di malattie genetiche importanti. Tuttavia è rischioso utilizzare una tecnica del genere sugli esseri umani in quanto non si conoscono le conseguenze (più o meno gravi) che possono verificarsi. Durante lo stesso esperimento che abbiamo trattato sopra sono state riscontrate diverse mutazioni in diversi punti del genoma.
Scusate se non ve l'ho detto prima, il genoma è la totalità del materiale genetico di un organismo composto da DNA o RNA.

Giornali scientifici come Science o Nature hanno rifiutato di pubblicare l'articolo redatto dai ricercatori in quanto riportava l'uso di una tecnologia bioeticamente vietata, in più, alcuni tra gli scienziati più importanti a livello globale hanno severamente ammonito questa sperimentazione altamente pericolosa. Perchè?
Perchè la CRISPR/Cas9 è utilizzabile su cellule adulte ma assolutamente rischiosa a livello delle cellule embrionali.
Oocita e spermatozoi

Perchè si possono generare delle mutazioni spontanee ed incontrollate.
Perchè la tecnologia non è ancora pronta per debellare le malattie genetiche.

In molti crederanno che il mondo scientifico, a volte, sia irrazionale. I complottisti darebbero la colpa alle case farmaceutiche, gli ignoranti agli "inutili vivisettori", gli antispecisti preferirebbero la sperimentazione umana,
La scienza non è irrazionale. La sperimentazione umana è pericolosissima, in quanto potrebbe sviluppare problematiche ben più serie di quelle bioetiche, per questo è meglio lavorare prima sulle cavie.
In molti additeranno gli scienziati, li chiameranno macellai. Vi assicuro che essi non gioiscono nell'uccidere topolini ma si guardano felici allo specchio quando, sacrificando quel piccolo animaletto e gli anni più freschi della loro vita, riescono a produrre un farmaco contro una malattia.
Per questo uno ricercatore che si rispetti osserva i vari dati che ha a disposizione portando alla mente tutte le sue conoscenze scientifiche, sperimenta su dispositivi sicuri su cui la tecnica è efficace e soprattutto impara dagli errori per non ripeterli e dalle vittorie per poterle migliorare.

Quindi osservate, sperimentate ed imparate. Sempre.

Fonte: Nature
Il vostro Informatore

Nessun commento:

Posta un commento